Skip to content

Versamenti Raccolti

gennaio 3, 2013

Luce_nella_notte_barisaniNon sapere cosa dire
al mattino presto
riemerso da un bicchiere
due occhi talmente distanti
da essere stelle di riflesso
o gomme parcheggiate
in un vecchio cortile
di foglie secche dimenticate
dai passaggi di tempo
irripetibile ciclo solitario
trascina lento il manto
delle strade
celle silenziose
da non distinguere
vivi e indifferenti

Frenesia di perdere
mani troppo strette
ogni felino teme
foreste annerite
di fuochi festosi
e sversamenti rossi
ritirata schiumante

Non sapere non dire
alba simmetrica
dove muore il binario
movimento assente
vicoli labbra screpolate
battute dalla risacca
umiliate di parole vane
sollevate lenzuola marciapiedi
levati da visioni tattili
agnosia bendata stretta
aumento distanza dal suolo
vertigine sconcerto
una scatola di pressione
un ricordo lasciato
a perire in un canto

Annunci
3 commenti
  1. icittadiniprimaditutto permalink

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. “…da non distinguere vivi e indifferenti.”
    I morti li ingloba ‘indifferenza. Mi ricorda Gramsci.

    • Dal momento che Gramsci fa parte delle mie lacune, il tuo apprezzamento è doppiamente gradito.
      Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: