Skip to content

Canzone per l’Inverno

dicembre 28, 2012

Dal ghiaccio alle lame
taglia isole colline
ogni chiglia a filo di nubi
cantici di processioni
sorvegliati da un velo scostato

 

 

Dal ghiaccio alle lame
s’adagia ogni volta
a gestire sogni evasi
da gabbie aperte
e larve pulsanti fra gemme

Dal ghiaccio alle lame
quando sensi bruciano
sulla cenere del corpo
ridi abbracciami scompari
rosso e modo di non affogare

Dal ghiaccio alle lame
bestie scavalcano la via
penetrano fra le gambe del bosco
per soccombere stelle
per fuochi fumanti sulle cime

Dal ghiaccio alle lame
ultime stazioni poca luce
che sarebbe una pelle
edera sulle pareti del passato
sangue arcobaleno a cuore spento

Dal ghiaccio alle lame
stanze affacciate su felicità
rinsecchite imbalsamate immemori
respirare aria respirare bene
pioggia vento neve capelli –

Annunci
3 commenti
  1. icittadiniprimaditutto permalink

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Stupendi i tuoi versi….invernali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: