Skip to content

Paleomagnetismo

aprile 8, 2012

S’aprì la porta con fruscio impercettibile, ambiente tiepido, oppresso, confortevole.

Sapere cosa dire da uno spasmo che risale ventre, gola, fino a sfondare vetusti rinforzi ai vertici del collo, strattonando nervi e redini, per avvertimento alla mansuetudine, a perseverare.

Per dare un senso al filo da pesca che lega insopprimibile desiderio di potere a perversione d’odio, paludi di liquido venoso da affondare interi eserciti, risate fra amici, stupro, violenza e altre risate.

Oltre il visibile, un passo ante l’ingresso del tempio, c’è uno specchio molto grande, catalizzatore d’energie, dispersione superna d’intento.

Penetra e affonda lama dura petrosa, affilata di legami spezzati, frammenti indefiniti di prostituzione materica, guizzo ebollizione, piacere d’indistinto dolore, casuale incerto d’onnipotenza, delirio concepito in significato sostanziale.

Inquietudine s’insinua sotto spessore invecchiato di collagene, si riproduce in cancerosi stati d’angoscia, abuso di situazioni, incosciente frigidità, risorgiva sterile su nevrosi sclerotizzate.

Stoffa, sintetica, colorata, neromogeneo, lucido, aderente, stimolante sudorazione, matura di forme legate a maniacale fantasia, strappo, rivelazione sensibile, disgusto carestia, inabile a trattenere il fiato, assorbe umori metafisici, crollo delle mura di cinta, eccitazione di brodo, virus, malattia, scempio di squilibri, leggi fermentate d’ebbre follie, grida in superficie, sbraita e inveisce, tempestoso, maestoso, orgoglio ferito orgoglio, inietta densità a stimolare sette lance lungo vertebre tese a orgasmo di scontro, corpo celeste a sorprendere orizzonti in agguato, bagnato, umido, sozzo, bruma evaporata su tessuti rilassati.

Distesa e imbrunire, adagiata sulle dispersioni recenti, singhiozzano feti abbandonati lungo il solco della trincea, massa d’inetti passivi a scelta, fra cosce socchiuse e piogge leggere, pasto consumato a metà, ultimi organismi striscianti dai bar e fumo stantio del secolo esplicito.

Postilla.

Feroce è comparsa recente nel mondo
feroce è la scelta
feroce rantolo d’estinzione
feroce la resa d’ingestibile caso
feroce comunicazione fra arti e tronco
feroce alterazione alba feroce
feroce sfregamento terra ultimazioni
feroce disordine implicito
feroce \

Annunci
5 commenti
  1. icittadiniprimaditutto permalink

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. egle permalink

    Feroce e lacerante.
    egle

  3. Tutto dipende dai punti di vistaa tua attrazione è nelo stesso tempo passionale e distaccata, emotivamente contorta ma anche fredda e spietata…Crea un bel mix

    • Attrazione, sabbie mobili, propaggini di un errore che suscita emozioni contrastanti, come lo stupore verso una lacerazione, curiosità morbosa a rimuovere la crosta per vedere se sotto scorre ancora il sangue, prima che la pelle novella vada a metterci una pezza..
      Grazie –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: