Skip to content

Grazie, Padre

agosto 25, 2014

pian di spino

 

 

 

 

Partire al mattino
col giorno che dorme ancora
sulla schiena delle colline
su sbuffi guanciali di nubi
è un tuffo nel ghiaccio
poi scalda
dalla torre diroccata in cima
a un eterno riposo ave maria
agl’incroci delle scelte
un mare di sassi e terra
poi riaffiorano le persone
le senti parlare quiete
fra l’aria ferma e le casette sperse
fra il visto e la visione
di tempi che vanno e vengono –

Annunci
4 commenti
  1. Si torna a ritrovare l’Amore perso
    La natura, vive, anche per questo
    Mi piace molto
    Abbraccio
    Mistral

    • Hai colto, cara Mistral.
      Questi mesi sono stati “speciali” come non mi accadeva da anni: devo solo capire il significato, per ora mi godo una subitanea gioia e pienezza.

  2. Ciao caro amico, rimango incantato da questa bellissima poesia
    sei un bravo poeta
    Carmelo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: