Skip to content

DOVE SEI STATA? (Gabbiani su campi violati dal vomere a Ozzano dell’Emilia)

luglio 13, 2014

Bolognina bologna
ti passo intorno attraverso
e non emetti un solo lamento
m’inviti al tuo salotto buono
con una tazzina di piscio misto
e una sigaretta di palude nera

sottomessa a nubi e saette
non riesci a levarti l’incoscienza
d’un sonno ristoratore
e d’una agonia senza fine

Bologna bolognina
apri le gambe stanche
e non viene nessuno

 

ci siamo smarriti senza
una scusa romantica
per vicoli spazzati dal tempo
e dal fiume che coglie
le ceneri di tutti i barboni estinti
come una bottiglia finita

un caffè con fondo di scorie
una ragazza spossata dal porno
la vanità dei tuoi atteggiamenti
sfrattati, un atterraggio inchiodato

non ho voglia di vederti
non ho voglia di parlarti
solo d’esserti –

Annunci
4 commenti
  1. splendida, come solo le odi più sentite, nell’amarsi follemente ci si strattona e ferisce. (link geniali!)

    • E’ una città che mi fa da sepolcro, il meglio e il peggio, soprattutto quel che è perso e non posso scrollarmi. Sì, sensibilesistenzialista, apotropaico, anticorpo in sè.
      Ti ringrazio delle parole.

  2. Amore e odio che vivono…Amandosi
    Davvero bella
    Baci
    Mistral

    • Arriva il momento che non possiamo fare a meno della nostra croce.
      E’ una forma d’amore, senza dubbio.
      Lieto di ri-sentirti su queste pagine eteree come la tua presenza.
      Un abbraccio. ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: