Skip to content

Blues dei non risorti

aprile 20, 2014

Blues dei non risorti

Com’era bello scendere
per strada a passeggiare
ma ora non sono più
ora non c’è più nessuno
tutti imprigionati
ad ogni voltar di pagina
venti crudeli spazzano
radici arse dal cemento
lo spreco abituale
d’ogni prezioso momento
macchine rivoltate
maleodoranti di nero
accumulato nelle vene
silenzio ovunque
non c’è da lamentarsi
le mani a coppa
a bere sangue stanco
diverso il sonno
da quello rassicurante
stanze vuote esposte
finestre sfondate
dal gran nuovo asfissiante
portami stupore
contagiami incurabile
notte a riempire lattine
tutto lo sconforto
d’alzare lo sguardo
rabbia inutile
solo da bruciare
rabbia inutile
per bruciare prima –

Annunci

From → Uncategorized

2 commenti
  1. Figure e visioni irreali che risiedono dentro le stanze del nostro vivere
    Un abbraccio
    Mistral

    • Ricordi, rimpianti, paure.
      Passato e futuro: il motore presente è agire, pensare, centrale.
      Sognare –
      Grazie, cara Mistral.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: