Skip to content

Lungo Addio

novembre 12, 2013

Lungo Addio

La fabbrica è buia,
vuota di prodotti finiti
operai camminano
pochi passi
sostano a ridosso
delle macchine fredde
le sfiorano con le mani
e fermano lo sguardo
su un blocco –

Annunci

From → Uncategorized

2 commenti
  1. In questa poesia c’è la Taranto dell’acciaio. La maestranza lavorativa che si piega al volere delmercato ma che nei capannoni ha spazio anche per la malinconia . ciao

  2. Ci sono tutte le speranze (quasi) cadute, c’è il ricordo di anni felici, quando neppure era immaginabile ciò che sta accadendo da oltre un lustro, c’è l’entusiasmo e la voglia di fare congelati nel cuore di chi vede un muro impossibile da scavalcare alla fine di questa via buia e opprimente. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: