Skip to content

Qualcosa

ottobre 27, 2013

Avere la pazienza di un santo

pazientare per un istantanea

di serenità, voci, risate, musica

in stanze illuminate a sufficienza

e macchine che prendono la strada

con nebbia salutano passaggi

per raggiungere al sicuro

o qualche altro luogo

sotto foglie secche

oltre il capo stondato del colle

si esibiva in silenziose ritirate

verso un mare oscurato

insoddisfatto di pire viola soffuse

chi siede al mio fianco

rollando in discesa umida

in pace presunta …

Immagine

Annunci

From → Uncategorized

2 commenti
  1. la nebbia è di meravigliosa complicità ma perché pace presunta?
    Bella atmosfera

  2. La pace è presunta, perchè si tratta di apparenza, la pace va guadagnata, cercata fra le spirali di un rapporto che è in costante movimento, per questo carico di tensioni e contrasti, nel bene e nel male. Altrimenti difficilmente riesco a concepire una pace statica, immobile, tanto simile a quella di chi non è vivo. Spero di essere riuscito a esprimere in qualche modo il mio punto di vista.
    Grazie Vincenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: