Skip to content

Le piccole cose inutili

agosto 21, 2013

Vinile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vado per mercatini a vendere l’anima
a cogliere resti di tempo perduto.
Pensando a non espirare asma
e smarrendomi in corridoi
che sfociano su stanze straripanti di luce.

Pagine appena stampate scorrono
su dita graziose, contenuti
che seppero catalizzare attenzione
mode e modi, cultura, aria nuova
d’un novecento finalmente rappacificato.

Mattine di sole arancione avvolgente
cielo azzurro da respirare la prima volta,
invecchiati in questa trappola di ferro e piombo
sperso l’alito sul fondo d’eterei impulsi elettromagnetici
sguardi incatenati a una cella di cristalli liquidi.

Sfiorare la circonferenza d’un supporto in vinile
da quali lontane serate fra amici, o sfoderati
e adagiati sul piatto durante un appuntamento speciale:
tutto gettato, le risposte del vento sgorgano
da bocche affamate indefinite, non c’è più rimpianto.

Il senso disperde piacere in un rinfrescante temporale
estivo, calore, appagante silenzio dei corpi
profumo d’umanità, prima che il fiore cadendo
ceda il passo alle incessanti stagioni future.

Presunzione d’immortalità, peculiare d’ogni vigorosa
giovinezza, recede, sentendosi parte e collocandosi
in una delle innumeri feritoie della storia,
altra forma d’amore, lasciare spazio alle altrui emozioni –

Annunci
2 commenti
  1. Come vedi non sono inutili se ti hanno suggerito questa bella poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: