Skip to content

Casello Automatizzato

luglio 3, 2011

Un vapore ascende
dalle piazze gremite
sentimento dubbioso
tensione diversa
ai colori generati
dagli accostamenti.

Le nostre vie
tramontano in amnesie
alla festa del focolare
sonno ristoratore in astenia
i cani non abbaiano
le onde danzano
una brezza sfavorevole.

Vorrei spezzare una lancia
per umiliati e coesi
tradurre il futuro
da ferite aperte
affogare per sottrarre
aria a un elemento.

Questo figlio
fra le mie braccia
indifferenza dei deserti
sterilizzati dall’attesa
sedimento imprigionato nell’ambra
snaturato da idea
oltre disponibilità temporale –

Annunci

From → poesia

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: